ARGENTINA: LA PRIMA SETTIMANA DEI “LOS VIAJEROS” IN FAMIGLIA

Dopo 33 ore di viaggio, tra treno, pullman, volo con scalo e taxi è iniziato il tanto desiderato viaggio dei “Los Viajeros” in Argentina. Non siamo un gruppo di musica folclorica, semplicemente un italiana affamata di viaggi e tango e un argentino che fa ritorno a casa dopo cinque anni e mezzo, anche lui affamato del ballo .

La prima settimana a Del Viso, piccolo paese situato nel comune di Pilar a 44 Km dalla città autonoma di Buenos Aires, è trascorsa tra feste di famiglia, passeggiate e asado. Finalmente inizio a svegliarmi ad un orario decente e non alle 4.30 della mattina. Le giornate sono assolate, più che inverno a me sembra una primavera inoltrata, con 25° durante il giorno.

IMG-20150825-WA0002

Non sono in solitaria in questo viaggio che durerà 29 giorni, il mio compagno di avventure e di ballo si chiama Hector, argentino vero.

La visita in Argentina ha diverse missioni:

  • fare una sorpresa alla famiglia di Hec
  • trascorrere due settimane a Buenos Aires per fare lezione di Tango e ballare nelle milonghe
  • far visita al nonno possessore di numerosi dischi d’epoca di Tango (sperando che li lasci in eredità al nipote), ascoltare i suoi racconti e magari intervistarlo
  • visitare qualche altra località, sempre che Buenos Aires non ci rapisca.

La prima settimana siamo stati ospiti di una famiglia del luogo e abbiamo alloggiato in un country club. Cosa sarà mai un country club? Per me è il mondo dei balocchi, più precisamente è la realtà che viaggia sul binario parallelo, ma ben distante, di quella della gente comune che vive fuori da qui. Si entra solo se autorizzati e facendo registrare i propri dati. Insomma dovrebbe essere il luogo più sicuro del mondo. Ci sono ville, campi da tennis, campo da golf, maneggio di cavalli, ecc. e passeggiarvi è davvero stupendo. La quantità di alberi e la varietà di uccelli è incredibile. Dappertutto cantano cocorite, mentre volano da un nido all’altro tra gli alberi di eucalipto.

DSC_0017

DSC_0022

DSC_0051

Nell’arco di cinque giorni abbiamo collezionato tre asado, cioè cene in tarda serata a base di grandi quantità di carne cotta alla brace.

DSC_0179

Del Viso è un piccolo paese, con diverse attività commerciali. Quello che mi ha subito colpito è la grande quantità di cani che abitano in strada, me li porterei tutti a casa. La gente comunque sembra prendersene cura in un modo o nell’altro. La polvere delle strade non asfaltate ti avvolge, mentre sfrecciano macchine di tutti i tipi, alcune veramente vecchie, che da una vita non vedevo circolare. Balza all’occhio l’umiltà e talvolta la povertà della gente. La cosa incredibile è la differenza di classe sociale. La realtà del country club fatta di ricchezza e agio è ben lontana, separata solo da un recinto, da una siepe o un filo elettrificato.

CSC_0181

DSC_0155

DSC_0167

La gente è accogliente e le chiacchiere si fanno sorseggiando l’infusione di Yerba mate (erba mate), una bevanda popolare dell’America meridionale, che i colonizzatori spagnoli hanno conosciuto grazie agli indios. Il contenitore, di legno o metallo, si chiama “mate”, per consumare l’infuso serve la “bombilla”, una cannuccia di metallo. Bere il mate qui è un rito, come per noi bere il caffè e si serve agli ospiti. Il mate è qualcosa che si condivide, cioè si beve tutti dallo stesso contenitore. Anch’io mi sono unita a questo rituale, sono diventata a tutti gli effetti una consumatrice di Yarba mate.

20150825_110630

Ieri abbiamo lasciato Del Viso per andare a Buenos Aires, dove rimarremo per due settimane. All’ora di pranzo abbiamo preso il bus n. 57 e con quasi un’ora di viaggio siamo arrivati nella ciudad (città).

20150831_123441

Il nostro secondo alloggio (prenotato su Tripadvisor) è in zona Las Cañitas nel quartiere Palermo, il Barrio più grande della città. La nuova avventura è iniziata con un pranzo a base di empanadas con vari condimenti, continuerà sicuramente con tante lezioni di tango e non solo.

Dimenticavo…da dove deriva “Los Viajeros”? Per tener nascosto ai familiari di Hec il nostro arrivo, il bambino più piccolo della famiglia che ci ha ospitato sapeva che sarebbero arrivati dei viaggiatori senza una identità precisa. Per questo motivo spesso durante il giorno sentivo chiedere: ” Donde estàn los viajeros?”.

20150830_113218
Avventure con Los Viajeros
IMG_20150826_141927
Vivy, Hec, Ulisses
Annunci

4 thoughts on “ARGENTINA: LA PRIMA SETTIMANA DEI “LOS VIAJEROS” IN FAMIGLIA

  1. bello poter condividere con te e Hector la.vostra avventura in Argentina!
    Viviana continua ad aggiornarci sulle cose che ti incuriosiscono del luogo…
    Un beso e un caldo abbraccio a te!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...