IL FESTIVAL MEDITERRANEO ESTIVO DEL TANGO A PARENZO

Il Mediterranean Summer Tango Festival è un evento di sei giorni che si svolge a luglio nella bellissima città di Parenzo in Croazia. Vi anticipo che è stato quasi impossibile per me fotografare, in quanto vi ho partecipato proprio per ballare. 

Se avete accompagnatori che non ballano il Tango potranno comunque assistere ad un festival incredibile. Talvolta stare seduti a osservare come i ballerini interpretano la musica e l’alchimia che si crea tra due persone, può essere un’esperienza emozionante.

PERCHE’ PARTECIPARVI

  • si svolgono seminari speciali e lezioni sulla tecnica
  • ballerete nelle milongas indoor e outdoor
13731904_1076230752463942_5685322801683377550_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • ascolterete della musica dal vivo
13725043_1076263982460619_4368410999124090326_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • ballerete con ballerini di ogni parte del mondo
  • assisterete alle performance delle coppie di ballerini-maestri ospiti del festival
13640861_1068691826551168_1157968848870647076_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo

20160710_014351

  • troverete diversi espositori di scarpe, abiti e abbigliamento da uomo
13698274_1076229402464077_4955453242728004839_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • farete il bagno nel bellissimo e cristallino mare Adriatico
  • vi leccherete i baffi assaggiando la cucina locale
  • farete una vacanza-Tango a prezzi accessibili

DSC_0021

  • troverete tanti tipi di alloggi possibili (case private, hotel)
  • c’è una leggendaria gita in barca e la festa sulla spiaggia.

Tutto ciò si traduce in un’esperienza indimenticabile per gli amanti del Tango argentino. Un’occasione da non perdere per fare scuola con i migliori maestri e ballare tra centinaia di ballerini provenienti da tutto il mondo, sulla note di importanti Dj internazionali.

 

LE 5 MIGLIORI MILONGHE DOVE HO BALLATO IL TANGO A BUENOS AIRES

Oggi vi parlerò delle milonghe di Buenos Aires che ho visitato personalmente. Non sono riuscita a fare il giro di tutte quante, poichè le proposte sono numerose tutti i giorni.

Qualcuno di voi è mai andato ad una milonga? Oppure qualcuno sta per andare a Buenos Aires a ballare il Tango per la prima volta?

Mai dire mai…

Potete prendere il post come una piccola guida di locali da visitare, dove poter ballare il Tango, prendere lezioni e incontrare gente da tutto il mondo, spendendo tra gli 80 e i 100 pesos.

Nato alla fine dell’800 nei bassifondi e poi esportato nei salotti aristocratici, il Tango è stato riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. L’Argentina e l’Uruguay avevano avanzato la proposta, poichè la storia di questo ballo è strettamente connessa a quella del Rio de la Plata.

La maggior parte delle persone che visita Buenos Aires accede solo ad una piccola fetta della realtà del Tango: gli spettacoli proposti dalle agenzie turistiche o dagli hotel e la visita al quartiere La Boca, con le performance dei ballerini nei ristoranti.

Tuttavia il Tango non è solo questo, è un mondo fatto di regole, codici, incontri, sentimenti e storie, è una cultura e rappresenta l’essenza di una comunità. Lo si può vivere da spettatore o da ballerino, comunque sia regala emozioni uniche. Per qualcuno rappresenta un vero e proprio stile di vita.

Ora vi spiego che cos’è una milonga.

La milonga è un evento organizzato in un locale, dove si può ballare il Tango. Non è obbligatorio ballare, ci si può anche sedere al tavolino e bere qualcosa in compagnia, ammirando i ballerini in pista o ascoltando un’orchestra dal vivo. Non tutti i locali hanno lo stesso clima, alcuni sono più nuovi altri più storici. In alcune milonghe si balla bene, in altre meno.

Dovete sapere che in milonga c’è una gerarchia e che ogni personaggio che incontrerete ha un proprio ruolo.

Ci sono maestri che girano il mondo insegnando e che in certi periodi tornano in patria per dare lezioni in pre-milonga, dj che animano la serata con la musica, orchestre e cantati dal vivo, ballerini che si esibiscono durante la serata, anziani milongueros che vengono alla milonga anche se non ballano più e tanti altri personaggi.

Poi ci sono i cosiddetti milongueros, cioè tutti quelli che girano le milonghe per ballare il tango. A Buenos Aires troverete argentini, porteñi (abitanti di BsAs), turisti provenienti da ogni parte del mondo. Sempre forte la presenza di milongueros dall’Oriente e dall’Europa.

Ecco che questi contesti sono ottimi per conversare e praticare l’inglese, lo spagnolo, ecc., salvo poi scoprire, con tanto stupore, che l’italiano lo parlano un sacco di persone e che il nostro bel paese, l’Italia, lo adorano tutti.

Da specificare che con il termine milonga si intende anche un genere musicale che si balla in modo più disinvolto, veloce a allegro.

Ricordatevi che le serate durano a lungo e che a volte le piste si animano veramente da mezzanotte in poi.

Per informazioni sulle lezioni in pre-milonga e le serate io ho fatto riferimento a http://www.hoy-milonga.com/.

#1 SALON CANNING – MILONGA PARAKULTURAL

Scalabrini Ortiz 1331, Palermo Soho

Tel: 15 5738 3850

Giorni: lunedì, martedì, venerdì

Perchè andarci: luogo elegante e di classe, in stile tradizionale, buon mix di giovani e anziani, sia argentini che stranieri. Pavimento in legno, soffitti alti e bar. Quasi tutte le sere ci sono performance di ballerini o di musica dal vivo.

Consigli: prenotare il tavolo in anticipo o recarsi al locale presto per averne uno senza prenotazione. La pista inizia a riempirsi intorno alle 23.30 e si balla fino a oltre le 4.00.

soho tango canning
Photo courtesy of Soho Tango

#2 MILONGA CACHIRULO

Obelisco Tango, Avenida Entre Ríos 1056, Buenos Aires

Tel: 15 4577 0434

El Beso, Riobamba 416, Buenos Aires

Giorni: sabato (Obelisco Tango) – giovedì (El Beso)

Perchè andarci: milonga dove donne e uomini siedono separati, si invita qualcuno a ballare usando il cabeceo, cioè con il contatto degli occhi.

Consigli: dress code formale, chiedete agli organizzatori di farvi sedere con amici se non siete ballerini. La milonga inizia presto intorno alle 20.00, ma la pista è piena dalle 22.00 in poi.

10714502_926719294006682_6713032218757835160_o
Photo courtesy of Cachirulo

#3 LA VIRUTA

Armenia 1366, Buenos Aires

Tel: 4774 6357

Giorni: mercoledì, venerdì, sabato e domenica

Perchè andarci: luogo molto turistico con una pista ampia, che propone diverse lezioni (dal martedì alla domenica). Rimane aperto fino alle prime ore del mattino, per questo molti tangueros ci arrivano quando le altre milonghe hanno chiuso.

Consigli: il locale è pieno intorno alle 3.30, rimaneteci fino alle 4.00 per fare il desayuno, cioè la colazione con medialuna e caffè con leche (cornetto e cappuccino).

noche_laviruta9
Photo courtesy of La Viruta

#4 SUNDERLAND CLUB – MILONGA MALENA

Lugones 3161, Villa Urquiza, Buenos Aires

Tel: 4701 1939

Giorni: sabato

Perchè andarci: milonga del barrio, cioè di quartiere e molto tradizionale. Situata in una palestra, si respira aria familiare. Da questo club sono usciti alcuni dei tangueri che hanno fatto la storia del Tango. Offre esibizioni di ballerini professionisti.

Consigli: pianificate gli spostamenti poichè si trova a nord della città. Potete andare alle 22.00 per mangiare qualcosa, anche se si riempirà la pista intorno alle 23.00

Photo courtesy of Milonga Malena
Photo courtesy of Milonga Malena

#5 YIRA YIRA

Humberto 1º 1462 , Buenos Aires

Tel: 15 3359 6710

Giorni: venerdì

Perchè andarci: salone dei primi del ‘900 di ampie dimensioni, con pavimento di legno, caffetteria e cucina. Offre esibizioni di ballerini e musica dal vivo. Alle 21.30 ci sono dei seminari mensili di Tango con insegnanti ospiti.

Consigli: la serata inizia dalle 23.00 ma si riempie più tardi, poichè le esibizioni sono alle 2.00.

Photo courtesy by Yira Yira
Photo courtesy by Yira Yira

Quindi, che siate turisti curiosi o tangueri, spero di avervi dato qualche indicazione in più rigurdo il vasto panorama di milonghe a Buenos Aires.

Buon Tango!!

 

30 MINUTI DI PERDIZIONE DA COMME IL FAUT

A Buenos Aires ci tuffiamo da subito nel mondo delle infinite lezioni di tango e milonghe quotidiane.

Optiamo per il Salone Cunning e le due classi di Tango consecutive: quattro ore di lezione sui tacchi, io fuori allenamento. Risultato? Infiammazione di un tendine del piede sinistro. Do la colpa alle scarpe di pelle scamosciata oramai allargate, così trovo subito il motivo per comprare un paio di zapatos (scarpe) nuove.

Ho le idee ben chiare sul dove andare… Comme il Faut, Arenales 1239 Rues des Artisans, quartiere Recoleta.

Da tempo desideravo comprarne un paio, perchè note per il design raffinato e l’eleganza, anche se il prezzo è un po’ elevato rispetto alla media.

Ci si aspetta di trovare un negozio sulla strada, con tanto di vetrina e belle scarpe esposte, invece la sorpresa è che devi entrare in un vicoletto, salire al primo piano, suonare il campanello ed entrare in un appartamento.

DSC_0328

 

La signora che mi accoglie mi fa sedere su una poltroncina, mi chiede il numero di scarpe e che colore desidero.

Se avete ben in mente cosa state cercando, siate pronte a dirlo, altrimenti sceglieranno loro i modelli da mostrarvi.

Comunque sia mi ritrovo in un minuto più dieci paia di scarpe sotto gli occhi, una più bella dell’altra.

20150901_113945

Mi innamoro subito del primo paio che la signora mia ha mostrato. Forse loro, le scarpe, avevano già scelto me. Le provo e le riprovo. Ne provo delle altre.

DSC_0244

Iniziano a frullare i pensieri. Ne prendo un paio o due? Mi costano molto meno che comprandole in Internet, pagando in contanti meno di quelle che compro in Italia. Non ci metto molto a scegliere e dopo trenta minuti esco dallo showroom vittoriosa con le mie nuove scarpe, pagate 1600 pesos al paio.

La stessa sera indosso le bellissime scarpe verde acqua, con dettagli sul tallone color bronzo, per la prima serata mondana alla milonga El Beso di Buenos Aires. Fantastiche, sono anche comode, dettaglio essenziale per delle scarpe da ballo.

 

Qui a Buenos Aires ci sono tantissimi altri marchi di scarpe, ne cito alcuni: Pepe Lopez, Soy Porteña, Greta Flora, Viviana Barreiro, Neo Tango, Lunatango.

Ovviamente la scelta delle calzature da ballo è molto importante e soggettiva. Dovrebbe essere fatta innanzitutto sulla base della comodità, del materiale di qualità, del prezzo, infine tenendo conto del design.