VIAGGIO NELLE MARCHE: SCOPRIRE LA BELLEZZA DI URBINO

Nel mio breve viaggio tra San Marino e le Marche ho scelto di visitare in giornata Urbino, piccola città italiana ricca di monumenti e di opere d’arte.

Le strade tortuose tra morbide colline verdi hanno allietato il tragitto.

DSC_1150 (1024x683)
Lungo la strada

In alcuni momenti, quando i raggi del sole spuntavano dalle nuvole, mi sono fermata a scattare estasiata qualche foto. L’orizzonte era davvero spettacolare nonostante la pioggia.

DSC_1144 (1024x683)
Raggi di sole
DSC_1145 (1024x683)
Paesaggio marchigiano

CENTRO STORICO E MONUMENTI

Urbino sorge su una collina ed è circondata da una cinta muraria. Mi sono ritrovata a camminare col naso all’insù tra piccole e ripide strade delimitate da edifici in pietra arenaria, in quello che è un eccezionale complesso urbano.

DSC_1152 (682x1024)
Centro storico
DSC_1158 (683x1024)
Antico portone
DSC_1154 (1024x767)
Simpatico negozio di artigianato e non solo

Il grande mecenate Federico di Montefeltro trasformò Urbino in una magnifica corte, oltre che un centro dove la cultura umanistica rinascimentale italiana potesse esprimere il meglio di sé, grazie ad artisti quali: Piero della Francesca, Francesco di Giorgio Martini, Leon Battista Alberti, Girolamo Genga e molti altri.

Duca di Montefeltro
Federico di Montefeltro

Il piccolo centro racchiude gli edifici della Urbino rinascimentale: l’ex Monastero di Santa Chiara, il Mausoleo dei Duchi nella Chiesa di San Bernardino, la Chiesa di San Domenico, palazzo Boghi.

DSC_1165 (1024x792)
Chiesa di San Domenico

Assolutamente da visitare il Palazzo ducale, oggi sede della Galleria Nazionale delle Marche, dove sono conservati alcuni capolavori della storia dell’arte. Il palazzo è molto grande con sale ampie e appartamenti più piccoli.

DSC_1172 (1024x711)

DSC_1173 (1024x683)

Nella Piazza Duca Federico si può ammirare il Duomo, la chiesa principale della città e poco più avanti la Chiesa di San Domenico.

DSC_1161 (683x1024)
Facciata del Duomo
DSC_1164 (1024x747)
Il Duomo di Urbino, Piazza Duca Federico
DSC_1167 (683x1024)
La cappella della Concezione

LA STORIA

Urbino è stato uno dei centri più importanti del Rinascimento italiano, di cui conserva appieno l’eredità architettonica.

La città ha origini antichissime, ma è con Federico da Montefeltro, nel secolo XV, che raggiunse il culmine della sua importanza culturale, artistica e politica. In circa un ventennio venne costruito il grande Palazzo Ducale, dove artisti e uomini colti di ogni parte vennero accolti per contribuire alla crescita culturale di questo luogo.

Palazzo Ducale - ingresso alla Galleria
Palazzo Ducale – ingresso alla Galleria Nazionale delle Marche

Gli anni di splendore alla corte continuarono anche quando il potere passò a Guidobaldo e alla moglie. In questo periodo si affermò il genio artistico di Raffaello.

Nel 1860 Urbino entrò a far parte del Regno d’Italia assumendo sempre di più il ruolo di città degli studi universitari. L’università fu fondata nel 1506, ed è una delle più antiche d’Europa. La sua nascita risale al Ducato di Urbino, retto da Guidobaldo da Montefeltro.

Dal 1998 centro storico di Urbino è patrimonio dell’umanità UNESCO.

Fontana in Via Bramante
Fontana in Via Bramante

COSA MANGIARE

La pausa pranzo oramai a metà pomeriggio non mi ha permesso di mangiare in una trattoria tipica, ma comunque c’è stata la possibilità di assaggiare qualcosa di particolare. Una bella piadina con pasta crescia sfogliata di Urbino, che non vi lascerà sicuramente affamati. Si tratta di una pasta fatta con farina, uova, acqua, strutto, sale e pepe. Solitamente si mangia calda con salsiccia, erbe di campo, prosciutto, lonza o formaggio. Una vera delizia, meglio se accompagnata con birra artigianale.

Urbino… piccola città… si presta per essere visitata in una giornata, lasciandoti a bocca aperta per la sua concentrata bellezza storica.