UNA GIORNATA ALLE ISOLE TREMITI

Spiagge dalle acque azzurre cristalline e scogliere bianche levigate dall’acqua e il vento.

Vi sto raccontando della Puglia, più precisamente delle isole Tremiti, dette anche Diomedee, per una leggenda che narra che qui trovò rifugio l’eroe della mitologia greca Diomede, ritornando da Troia.

Si tratta di un arcipelago in provincia di Foggia, composto dalle isole San Domino, Pianosa, San Nicola, Capraia e Cretaccio.

Il mio viaggio inizia la mattina presto partendo con il barcone da Capoiale, a circa 30 minuti di macchina da Rodi Garganico. Il vento soffia da qualche giorno e le acque sono agitate, ma decidiamo ugualmente di partire vista la giornata di sole. Dopo cinquanta minuti di viaggio raggiungiamo l’isola di San Nicola, dove si trova il centro storico.

DSC_0227 (1280x853)
L’arrivo a San Nicola

E’ agosto, c’è traffico di barche e i turisti sono tantissimi. Decidiamo subito di prendere una barca per fare un’escursione nelle splendide grotte marine.

Da San Nicola navighiamo lungo San Domino, ammirando la scogliera chiara e la vegetazione soprastante. Raggiungiamo la grotta delle Viole, dove ci sono tantissimi pesci e la grotta del Sale.

DSC_0233 (1280x853)
La scogliera con le sue insenature
DSC_0238 (1280x853)
Grotta delle viole
DSC_0235 (1280x853)
Acqua trasparente e turchese

DSC_0241 (1280x853)

DSC_0243 (1280x853)

Interessante la punta dell’elefante, uno scoglio chiamato così perché assomiglia alla testa dell’animale mentre beve.

DSC_0232 (1280x853)

Giungiamo fino al faro, purtroppo il mare agitato non ci permette di proseguire con la visita alle grotte. Ritorniamo indietro passando per San Nicola, in direzione della disabitata isola di Capraia, chiamata così per la forte presenza di piante di capperi. Molto bella da visitare per le sue insenature e le piccole spiagge. Lì vicino, sotto il mare, è stata posta a circa 10 metri una enorme statua di Padre Pio.

DSC_0246 (1280x853)
Il faro di San Domino
DSC_0252 (1280x853)
Isola di San Nicola con la sua fortezza

Proseguiamo con la visita all’isola di San Domino, ricoperta da una folta pineta di pini d’Aleppo. E’ la più grande e quella dove si trovano ristoranti, hotel, villaggi, ecc. Trascorriamo qualche ora alla caletta delle Arene, una spiaggia di sabbia chiara, che ci regala un’acqua limpidissima e la possibilità di ammirare San Nicola. Si possono affittare ombrellone e lettini, ma c’è comunque a disposizione un piccolo tratto di spiaggia libera.

Lasciamo la spiaggia per salire più in alto e godere del panorama. Trovo una panchina di legno, sulla quale sarei rimasta seduta per ore ad ammirare la bellezza del mare e della vicina San Nicola.

DSC_0256 (1280x853)
Cala delle Arene
20160813_121600
Scoprendo cala delle Arene
DSC_0257 (1280x853)
La panchina della meditazione…
DSC_0258 (1280x853)
Isola di San Nicola vista da San Domino

Dal molo prendiamo una barca che ci riporta all’isola di San Nicola, la più storica e la sede amministrativa dell’arcipelago. Quest’isola rappresenta una sorta di museo a cielo aperto, sulla quale si celano i resti monumentali che ci testimoniano il passato. Già, perchè le isole sono state abitate sin dall’antichità. L’unica spiaggia è occupata da barche e, soprattutto nei mesi estivi, è molto affollata e difficile da praticare.

DSC_0226 (1280x853)
Il porticciolo di San Nicola e i suoi monumenti

Non ci sono alberghi, solo camere messe a disposizione da privati, ristoranti e bar.

DSC_0281 (1280x853)

Salendo a piedi attraverso scale e cunicoli ci ritroviamo all’interno di una fortezza. Giungiamo al castello dei Badiali, un edificio sorto a protezione della abbazia di S. Maria a Mare. All’interno della chiesa si possono ammirare i resti del pavimento a mosaico che coprivano tutto l’interno.

DSC_0278 (1280x853)
Quasi arrivati in cima…
DSC_0279 (1280x853)
Il castello dei Badiali, fortezza all’interno della cinta muraria
DSC_0282 (853x1280)
La porta
DSC_0289 (1280x853)
Loggia con pozzo profondo, che serviva a raccogliere acqua piovana, preziosa per l’isola
DSC_0286 (1280x853)
Facciata in pietra d’Istria dell’abbazia di Santa Maria a Mare, protetta dal castello dei Badiali
IMG-20160815-WA0015
Tappeto musivo e interno della chiesa

Questo arcipelago, oltre alle testimonianze storiche, offre tantissime altre bellezze naturalistiche e una giornata sola non basta per vederle tutte. Se si preferisce è possibile noleggiare un gommone e godersi il mare e le coste con più libertà.

20160813_141610 (1280x611)
Vista su San Domino da San Nicola
Una terrazza perfetta per una foto da cartolina
Una terrazza perfetta per una foto da cartolina

Il nostro viaggio da Capioale alle Tremiti è costato 30 euro a/r e 16 euro l’escursione in barca. Abbiamo optato per un pranzo a sacco, anche se non ci sono difficoltà a trovare bar e ristoranti. Consiglio di portare acqua, cappellino e crema solare.

Ho visitato le isole da bambina, ma il ricordo era ancora fortemente vivo. Appena sbarcata, ho ritrovato tutto com’era. L’immagine impressa nei ricordi ha ripreso vita, mi è sembrato di non averle mai lasciate.

 

Annunci

IL FESTIVAL MEDITERRANEO ESTIVO DEL TANGO A PARENZO

Il Mediterranean Summer Tango Festival è un evento di sei giorni che si svolge a luglio nella bellissima città di Parenzo in Croazia. Vi anticipo che è stato quasi impossibile per me fotografare, in quanto vi ho partecipato proprio per ballare. 

Se avete accompagnatori che non ballano il Tango potranno comunque assistere ad un festival incredibile. Talvolta stare seduti a osservare come i ballerini interpretano la musica e l’alchimia che si crea tra due persone, può essere un’esperienza emozionante.

PERCHE’ PARTECIPARVI

  • si svolgono seminari speciali e lezioni sulla tecnica
  • ballerete nelle milongas indoor e outdoor
13731904_1076230752463942_5685322801683377550_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • ascolterete della musica dal vivo
13725043_1076263982460619_4368410999124090326_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • ballerete con ballerini di ogni parte del mondo
  • assisterete alle performance delle coppie di ballerini-maestri ospiti del festival
13640861_1068691826551168_1157968848870647076_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo

20160710_014351

  • troverete diversi espositori di scarpe, abiti e abbigliamento da uomo
13698274_1076229402464077_4955453242728004839_o
Photo courtesy of Tango Paparazzo
  • farete il bagno nel bellissimo e cristallino mare Adriatico
  • vi leccherete i baffi assaggiando la cucina locale
  • farete una vacanza-Tango a prezzi accessibili

DSC_0021

  • troverete tanti tipi di alloggi possibili (case private, hotel)
  • c’è una leggendaria gita in barca e la festa sulla spiaggia.

Tutto ciò si traduce in un’esperienza indimenticabile per gli amanti del Tango argentino. Un’occasione da non perdere per fare scuola con i migliori maestri e ballare tra centinaia di ballerini provenienti da tutto il mondo, sulla note di importanti Dj internazionali.

 

WEEKEND A PARENZO-POREC TRA MARE E TANGO

Sono stata in vacanza in Croazia l’ultima volta ben 15 anni fa, tornarci dopo così tanto tempo è stata una piacevolissima sorpresa. Un fine settimana per godere di qualche ora di mare e partecipare ad un festival di Tango.

Di questa terra ricordavo le spiagge con i sassi, le lunghe lastre di cemento sulle quali sdraiarsi scomodamente per prendere il sole, niente sabbia, scogli selvaggi, mare certamente azzurro, spiagge di naturisti e qualche paesino piccolo. In poche parole non avevo grandi aspettative, ma è bastato un fine settimana per stupirmi e spazzare via ogni dubbio sul fatto che ci ritornerò presto.

DSC_0026
Parenzo vista da una delle tante spiagge

La Croazia è un piccolo paese mediterraneo situato sulla costa del mare Adriatico. Il clima è caldo e piacevole, la gente è gentile e il mare splendido. E’ un paese che offre molto sia dal punto di vista naturalistico che storico.

Nel mio breve soggiorno a Parenzo ho ritrovato una città molto ordinata, con spiagge attrezzate o libere, tanti chioschi, ristoranti sulla spiaggia, un bellissimo centro storico e un festival del Tango ben organizzato e molto affollato.

IL CENTRO DI PARENZO

Di antiche origini romane il centro di Parenzo è speciale. Camminando per le strette strade di lastre di pietra lucide si possono ammirare i palazzi gotici veneziani, la basilica Eufrasiana di epoca bizantina, protetta dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità dal 1997 e molto altro ancora.

DSC_0036

DSC_0028 (2)

DSC_0030

DSC_0031

DSC_0063

Per un po’ di shopping al femminile in stile boho dovete entrare al The Boho Closet nel cuore di Parenzo, un negozio colmo di borse, cappelli fatti a mano, gioielli, scarpe e abiti nei quali confluiscono vari elementi della cultura boheme e hippy.

DSC_0032

DSC_0034

DSC_0035

IL MARE

Le spiagge di ghiaia, ciotoli e scogli vi accompagneranno all’acqua azzurra e trasparente, che vi lascerà a bocca aperta.

DSC_0018 (2)

DSC_0019

DSC_0023

DSC_0024

Per gli amanti del mare non c’è rischio di annoiarsi. Durante tutto l’arco dell’anno si possono esplorare i fondali del mare Adriatico, praticare vari sport come il windsurf e lo sci nautico, frequentare la scuola di vela.

IL TRAMONTO SUL MARE

Il tramonto sul mare ha sempre il suo fascino. E’ il momento in cui la natura dipinge un quadro, ed è lì… per tutti.

DSC_0041

DSC_0039

PARENZO DI NOTTE

La notte è viva e movimentata, ricca di piccoli localini dove sorseggiare del buon vino o dell’ottima birra. La gente del luogo è solare e fa amicizia molto facilmente. Vi piacerà bere in compagnia al Terra Magica per l’atmosfera rilassata. Solitamente le serate sono accompagnate da ottima musica, come jazz, soul, rock, rockabilly, reggae.DSC_0037

IMG-20160711-WA0018

IMG-20160711-WA0019

DSC_0062

IL FESTIVAL DI TANGO

Il Mediterranean Summer Tango Festival si svolge a luglio nella città. E’ una 6 giorni che offre milongas all’aperto e al chiuso, workshop con maestri di livello internazionale, tanto divertimento e mare. Un’ottima occasione per fare del Tango una vacanza e incontrare persone di ogni parte del mondo, con le quali condividere questo ballo unico e speciale.

20160710_043143

LA TAVOLA

Non mancano i ristoranti che offrono cucina tradizionale istriana, con ottimi piatti di pesce e di carne. Se cercate un ristorante fuori dalla confusione del centro storico, andate al Sunset. Potrete godere di un tramonto sul mare da film, in una atmosfera rilassata, magari sorseggiando un malvasia parentino. Alla fine dei pasti gustate le acquaviti aromatizzate con la frutta o le erbe tipiche del territorio.

20160709_203853
Seduta al mio tavolo del konoba Sunset… tramonto sul mare.

RAGGIUNGERE PARENZO

Parenzo si può raggiungere facilmente in automobile, in pullman oppure in treno. Per chi predilige volare ecco alcuni aeroporti più vicini:

Trieste (150 Km), poi prendere un pullmanPula a (52 Km), poi prendere un pullmanVenezia (220 Km), poi traghettare.

 

E’ stato un weekend splendido… cara Croazia ci rivediamo presto!